Candidati Sindaco alla Città di Torino incontrano i grossisti

Damilano, Sganga e Lo Russo in visita al C.A.A.T.

Nelle ultime settimane i tre principali candidati Sindaco alla Città di Torino, Paolo Damilano (lista civica Torino Bellissima, sostenuta dal centro destra), Valentina Sganga (Movimento 5 Stelle) e Stefano Lo Russo (Partito Democratico), sono venuti in visita al C.A.A.T. per incontrare gli operatori.

I candidati, accompagnati dal Presidente di A.P.G.O. Fedagromercati Torino Stefano Cavaglià e dal Presidente di C.A.A.T. Marco Lazzarino, hanno visitato il Centro ed hanno affrontato alcuni dei temi più rilevanti per la categoria, come la possibilità di un passaggio all’orario diurno delle attività all’ingrosso. Tale argomento, dibattuto da molti anni sia a livello locale che nazionale, comporterebbe cambiamenti importanti non solo per le aziende insediate in C.A.A.T., ma sarebbe strettamente legato all’introduzione di un vero e proprio Piano Mercati nell’ottica di ripensare e riorganizzare gli spazi dei mercati rionali cittadini, in termini di orari e di servizi, di rivalutazione della presenza su vecchie e nuove aree di insediamento urbane.

Inoltre si è parlato della necessità di dotare il Centro di infrastrutture finalizzate all’erogazione di servizi (logistici, di refrigerazione, stoccaggio, lavorazione, etc) che consentano di supportare i cambiamenti e lo sviluppo. In tal senso, alla luce dei fondi che verranno stanziati tramite il PNRR, è emersa la necessità di un coinvolgimento degli Operatori nei tavoli dove si discuterà dei progetti che il comune intende mettere in atto.

Il Presidente Stefano Cavaglià ha così dichiarato: “Ringrazio i candidati per aver accettato il nostro invito e mi ritengo soddisfatto dell’esito dei tre incontri. Penso sia fondamentale che coloro che potrebbero essere a breve alla guida della città di Torino conoscano e riconoscano la complessità e l’importanza del nostro settore nel tessuto economico cittadino. Non si tratta “soltanto” del fatturato complessivamente sviluppato dalle nostre aziende (oltre mezzo mld) e dell’ingente numero di lavoratori occupati (un indotto di oltre 4000 persone), ma del servizio che le aziende insediate in C.A.A.T. forniscono quotidianamente alla comunità torinese e piemontese tramite l’approvvigionamento di ortofrutta fresca.

Queste tematiche richiedono cambiamenti importanti sia per chi opera all’interno del Centro Agroalimentare, sia per le attività commerciali a questo collegate. In particolare, i mercati rionali rappresentano per Torino un cuore pulsante dal punto di vista economico, sociale, di presidio del territorio e turistico. Il Covid ha portato a modificare in maniera radicale le abitudini e gli stili di vita (sempre meno presenza fisica dei lavoratori nei luoghi di lavoro, vendite online, consegne a domicilio) rendendo, a mio parere, i tempi maturi per cercare di rendere i mercati sempre più attrattivi e competitivi, riportando sul commercio di quartiere l’attenzione progettuale della Città. Di interesse rilevante e strategico, a mio avviso, sarà la risposta della futura Amministrazione Comunale al PNRR”.

Anche il Presidente Marco Lazzarino si è espresso in merito: “Ho accolto e condiviso con grande piacere l’iniziativa del Presidente di A.P.G.O. Stefano Cavaglià di invitare presso C.A.A.T. i principali candidati alla posizione di Sindaco della città di Torino. La visita dei candidati ci ha permesso di far loro conoscere una struttura di eccellenza della Città qual è il C.A.A.T., realtà che merita di essere valorizzata al meglio e che costruisce una risorsa fondamentale per l’economia della nostra città e della nostra regione. Il Presidente Cavaglià ed io abbiamo potuto illustrare il grande lavoro svolto in questi anni e gli ottimi risultati ottenuti sia in termini economici che di impatto e ricaduta sociale sul territorio; questi risultati sono stati conseguiti grazie alla fattiva collaborazione che si è instaurata in questi ultimi anni tra EnteGestore ed A.P.G.O.”.



Lascia un commento